RETURN MIGRATION AFTER BRAIN DRAIN

A simulation approach

A.E.Biondo, A.Pluchino, A.Rapisarda

 

Journal of Artificial Societies and Social Simulation (JASSS) 16 (2) 11

 

Scarica l'articolo da ArXiv

 

Switch to the english version

.... . ....

Il fenomeno del "Brain Drain" (meglio noto come "fuga dei cervelli") Ć particolarmente eterogeneo ed Ć caratterizzato da tratti peculiari. Esso influenza i fondamentali economici di entrambi i paesi di origine e destinazione, in termini di capitale umano accumulato. Quô il brain drain viene considerato da una prospettiva microeconomica: piŁ precisamente noi ci concentriamo sulla decizione razionale di rientrare, riferendola al capitale sociale posseduto dal lavoratore. Il modello che presentiamo, ristretto al caso del personale accademico, confronta i livelli di utilitł per giustificare il comportamento migratorio degli agenti e per simulare diversi scenari per mezzo di un "agent based model" su piattaforma NetLogo. In particolare, abbiamo realizzato delle simulazioni basate su due fondamentali tratti individuali, cioĆ l'avversione al rischio e l'aspettativa iniziale, che caratterizzano la dinamica dei vari agenti in accordo con l'evoluzione casuale delle loro reti sociali personali. Il nostro principale risultato Ć che, a seconda del valore della avversione al rischio e della aspettativa iniziale, la probabilitł di rientro dei migranti dipende dal rapporto tra queste due quantitł, con un certo grado di approssimazione: quando l'aversione al rischio Ć molto maggiore dell'aspettativa iniziale, la probabilitł di rientro Ć massima, mentre nel caso opposto la probabilitł per gli agenti di rimanere all'estero Ć molto elevata. Per valori intermedi del rapporto, quando le due quantitł sono confrontabili, Ć veramente difficile avanzare qualunque previsione.

 

 

Brain-Drain Survey - Universitł degli Studi di Catania

 

Vi chiediamo di dedicare qualche minuto del vostro tempo alla compilazione di un breve questionario, creato allo scopo di raccogliere informazioni sul fenomeno della fuga dei cervelli (brain-drain) dall'Italia all'estero e sugli eventuali rientri.
Il questionario si rivolge a tutti coloro che avessero avuto, o abbiano tuttora, esperienze di lavoro/studio all'estero in ambito accademico o di ricerca. Si compone di 4 aree (anagrafica; momento della partenza; permanenza all'estero; situazione attuale), ciascuna delle quali Ć composta da semplici domande, a risposta codificata╩o aperta,╩cui Ć possibile rispondere in pochi minuti.
I dati raccolti rimarranno assolutamente anonimi e verranno utilizzati unicamente a fini di ricerca in ambito accademico e scientifico.╩Gli indirizzi email raccolti NON saranno╩MAI adoperati a fini commerciali, ma per coloro che sono interessati, serviranno╩per ricevere i risultati della ricerca.
Il questionario Ć il frutto di una collaborazione interdisciplinare tra il Laboratorio di Progettazione Sperimentazione ed Analisi di Politiche Pubbliche e Servizi alle Persone (Laposs) e i Dipartimenti di Economia e Impresa, di Matematica e Informatica e di Fisica e Astronomia
.