Talento e Fortuna. Gli ingredienti del Successo (Malcor D'Edizione, 2019)

con Alessio E. Biondo e Andrea Rapisarda

Il paradigma meritocratico si basa sulla implicita assunzione che il successo nella vita sia dovuto quasi esclusivamente alle nostre qualità personali, come il talento, l’intelligenza o l’abilità, mentre viene fortemente sottovalutata l’importanza delle forze esterne e il contributo del caso. La tesi innovativa di questo libro è che queste forze, e in particolare la fortuna e la sfortuna, giocano invece un ruolo tutt’altro che irrilevante nel determinare il successo o l’insuccesso di un individuo o di un progetto. Attraverso i nuovi strumenti offerti dalla scienza della complessità e dalle simulazioni ad agenti applicate ai sistemi socio-economici, gli autori ci presentano un modello molto semplice ed intuitivo, che ha già avuto una grande risonanza mediatica a livello internazionale. I loro risultati mostrano con chiarezza che avere talento è una condizione necessaria ma non sufficiente per avere successo nella vita, e che è molto più probabile trovare ai vertici del successo persone mediamente dotate ma molto fortunate anziché individui estremamente dotati ma relativamente sfortunati. Sorge quindi il dubbio se sia poi così giusto valutare il merito solo sulla base dei successi raggiunti in passato, con il rischio di assegnare risorse e incarichi a persone che, in ultima analisi, sono state semplicemente più fortunate di altre. A questo proposito gli autori suggeriscono nuove strategie per il superamento della “meritocrazia ingenua” e per la valorizzazione delle capacità e del talento personali, sia a livello individuale che della collettività.

 

 

Abbiamo vinto l'Ig Nobel, con il Principio di Peter - Scienza, Caso e Humor (Malcor D'Edizione, 2017)

con Andrea Rapisarda e Cesare Garofalo

Nel 2010 il premio Ig Nobel per il Management, fu assegnato a tre professori italiani grazie a un originale lavoro in cui dimostravano che la casualità superava in efficienza ogni altro criterio usato per le "promozioni" gerarchiche. Ma tutto cominciò con la lettura di un libro, che li fece prima ridere e poi pensare.

 

 

10 PILLOLE DI COMPLESSITA' - Una guida per capire la rivoluzione scientifica in corso (Malcor D'Edizione, 2016)

In queste pillole, estratte da "La firma della complessità" a cui si rimanda per ulteriori approfondimenti, l'autore ripercorre alcune delle tappe di quel sentiero non lineare che, sullo sfondo dell'eterno conflitto tra ordine e disordine nel nostro universo, e passando in mezzo a frattali, automi cellulari, reti complesse, cigni neri e sistemi sciame, ha condotto gli scienziati alla scoperta delle leggi che regolano l'emergere della complessità nel mondo fisico, biologico e sociale.

 

 

LA FIRMA DELLA COMPLESSITA' - Una passeggiata al margine del caos (Malcor D'Edizione, 2015)

Che differenza c'è tra una cosa complicata e una complessa? È più complesso il nostro cervello o la società globalizzata? Esiste una "firma" della complessità? In questo saggio, l'autore cerca di rispondere con chiarezza e semplicità, ma senza mai abbandonare il rigore scientifico, a queste e a molte altre domande, accompagnando per mano il lettore in un affascinante viaggio interdisciplinare, fino al cosiddetto "margine del caos", alla scoperta delle leggi che regolano l'emergere della complessità nel mondo fisico, biologico e sociale. Nella Prima Parte del libro, l'autore ripercorre le tappe di quel sentiero che, sullo sfondo dell'eterno conflitto tra ordine e disordine nel nostro universo, e passando in mezzo a frattali, automi cellulari, reti complesse, cigni neri e sistemi sciame, ci conduce verso la vetta di quello che chiameremo il "monte della complessità". Giunti finalmente in cima, nella Seconda Parte, egli si spinge ad esplorare le traiettorie evolutive dei sistemi viventi, dalle origini ai nostri giorni e oltre, suggerendo una inusuale prospettiva dalla quale riconsiderare i fenomeni socioculturali e ripensare la propria condizione di atomi sociali.

 

 

DEMOCRAZIA A SORTE - Ovvero la sorte della democrazia (Malcor D'Edizione, 2012)

con Maurizio Caserta, Cesare Garofalo, Andrea Rapisarda e Salvo Spagano

In un mondo sempre più interconnesso e globalizzato, come quello in cui viviamo, i limiti della politica nel risolvere i complessi problemi sociali con cui dobbiamo fare i conti sono davanti agli occhi di tutti. Può la scienza aiutare il senso comune nel tentativo di risolvere questa sfida? Gli autori del libro (Caserta, Garofalo, Pluchino, Rapisarda e Spagano) pensano di sì. E per dimostrarlo affrontano di petto uno dei problemi cardine delle moderne democrazie, cioè l’efficienza dell’istituzione parlamentare e la selezione dei legislatori, mostrando come anche in questo settore, così come accade per molti sistemi non solo fisici e biologici ma anche sociali ed economici, il caso possa giocare un ruolo costruttivo nel migliorare l’efficienza del sistema stesso.

Per ulteriori informazioni potete consultare la pagina dedicata:

http://www.pluchino.it/parliament-ita.html

 

 

LE INSIDIE DEL PRINCIPIO DI PETER (2010)

Strategie per evitare i rischi di una meritocrazia ingenua. Scritto in collaborazione con C.Garofalo e A.Rapisarda. Pubblicato su "Psicologia Contemporanea" del Maggio-Giugno 2010.

Per ulteriori informazioni potete consultare la pagina dedicata:

http://www.pluchino.it/ignobel.html

 

 

MEGLIO SCEGLIERE A CASO (2011)

Come sopravvivere in un mondo complesso adottando strategie casuali. Scritto in collaborazione con C.Garofalo e A.Rapisarda..Pubblicato su "Psicologia Contemporanea" del Novembre-Dicembre 2011.

Per ulteriori informazioni potete consultare la pagina dedicata:

http://www.pluchino.it/financial-markets_ita.html

 

 

L'EFFICIENZA DEL CASO (Le Scienze, 2013)

Il caso è importante anche in democrazia. Se, per esempio, alcuni parlamentari fossero estratti a sorte, l’efficienza del Parlamento aumenterebbe. Scritto in collaborazione con M.Caserta, C.Garofalo, A.Rapisarda e S.Spagano. Pubblicato su "Le Scienze" del Gennaio 2013.

Per ulteriori informazioni potete consultare la pagina dedicata:

http://www.pluchino.it/parliament-ita.html

 

 

MEMI, DOMINI COGNITIVI E SUBPERSONALITA' (2012)

In questo scritto, estratto da "Superorganismi. Verso una nuova alleanza", vengono analizzati in dettaglio i fondamenti psicologici e cognitivi di un nuovo modo di guardare ai fenomeni socio-culturali

Link correlati:

La competizione fra idee nei social networks (Le Scienze 29/03/2012)

 

 

LO SPIRITISMO E LA NUOVA FISICA (1998)

Un curioso viaggio che prende spunto da un'esperienza personale con lo spiritismo per fornire una rilettura dei fenomeni paranormali alla luce delle più recenti ipotesi scientifiche sul campo olografico

 

 

MONSIEUR GURDJIEFF E LE NEUROSCIENZE (2003)

Una analisi dei punti di contatto tra il pensiero di G.I.Gurdjieff e le moderne neuroscienze (pubblicato anche sul sito delle "Associazioni La Teca", nella sezione dedicata alla quarta-via)

 

 

LA RISCOPERTA DELLA VIA ERMETICA (2002)

Un excursus sulla Tradizione Ermetica e dei suoi intrecci con la scienza, la filosofia, l'arte e la letteratura

 

 

IL SIMBOLISMO DELLA TARTARUGA: GEOMETRIA SACRA E ARCHITETTURA ESOTERICA (2002)

Un viaggio tra i simbolismi delle tradizioni esoteriche orientali ed occidentali, che fornisce una chiave di accesso alle relazioni nascoste tra matematica, arte e musica

 

 

ALLA FINE DI UN CICLO (2004)

Estratto dalla mia prefazione ad "Antologia Uranica" di Fabio P.Iacono, pubblicato dalla "Biblioteca di Babele" Editore, raccoglie delle riflessioni sul "Crinale di Ciclo" in cui ci siamo trovati a vivere alle soglie del Terzo Millennio

 

 

ACHILLE E LA TARTARUGA (2003)

Il celebre paradosso di Zenone al vaglio della teoria delle serie convergenti e della cinematica...

 

 

 

 

IL VUOTO - Un enigma tra fisica e metafisica (Aracne Ed., 2015)

con Maurizio Consoli

Per la fisica moderna, il vuoto non è il puro “nulla”, bensì un substrato elusivo, sorgente e termine ultimo di ogni forma di energia e di materia. Come mostrano gli autori (Consoli e Pluchino) in questo saggio semi-divulgativo, se da un lato questa visione presenta affascinanti analogie con concetti-chiave di epoche e culture diverse, dall’altro porta a rivalutare l’idea di “etere” mettendo in dubbio aspetti considerati oggi definitivamente acquisiti. Per esempio, rianalizzando i piccoli residui, sempre trascurati, di quegli storici esperimenti di ottica diretti ad osservare il moto della Terra nell’etere, si arriva ad identificare una velocità (370 km/s) che coincide con quella ottenuta per il nostro pianeta dal satellite COBE studiando la radiazione cosmica di fondo. Questo accordo sorprendente, se confermato con nuovi e più accurati esperimenti, trascenderebbe il puro ambito della fisica, arrivando a modificare la nostra stessa percezione della realtà

 

 

LA RADIAZIONE COSMICA DI FONDO: UNA MODERNA RIPROPOSIZIONE DELL'ETERE? (2017)

con Maurizio Consoli e Andrea Rapisarda

I primi esperimenti del tipo Michelson-Morley, con i quali tra fine ‘800 e primi ‘900, si cercava di mettere in evidenza l’esistenza dell’etere, hanno sempre mostrato piccoli residui, di solito considerati effetti spuri di origine termica. Una recente analisi suggerisce, invece, che essi potrebbero aver rappresentato la prima indicazione sperimentale per il moto della Terra nella radiazione cosmica di fondo. Per le sue molteplici implicazioni, questa interpretazione alternativa andrebbe verificata con una nuova generazione di esperimenti di interferometria laser.

 

 

MICHELSON-MORLEY EXPERIMENTS (World Scientific, 2018)

con Maurizio Consoli

In 1887 Michelson and Morley tried to observe in laboratory the "ether drift" by measuring a small difference in the velocity of two perpendicular light beams. The result of their measurements, however, was much smaller than the classical prediction and interpreted as a "null result". This was crucial to stimulate the first pioneering formulations of relativity and, as such, it represents a fundamental step in the history of science. Since then, many repetitions of that original experiment have been performed with better and better sensitivity and the standard conclusion has been always the same: no genuine ether drift has ever been detected. However, in the authors' new scheme the small irregular residuals observed in laboratory show surprising correlations with the direct observations of the Cosmic Microwave Background (CMB) with satellites in space. This opens the possibility of finally linking the CMB to a fundamental reference frame for relativity with substantial implications for the interpretation of non-locality in the quantum theory. The importance of the issue would require new dedicated experimental tests and significant improvements in the data analysis. Otherwise, without such more stringent checks, these crucial experiments will remain forever as an enigma for physics and the history of science. The book illustrates the many facets of this research together with historical accounts on some leading scientists involved in these measurements.

 

 

TEMPO, COSMOLOGIA E LIBERO ARBITRIO (2011)

Saggio semi-divulgativo che si concentra in particolare sulle relazioni tra il problema del Tempo, i nuovi modelli Cosmologici del Multiverso e la nostra sensazione di possedere un Libero Arbitrio, cercando di mostrare come questi tre ambiti, apparentemente distinti tra loro, siano in realtà indissolubilmente legati

Per chi volesse leggere il saggio in formato cartaceo, è possibile acquistarne una copia rilegata in versione libro (a prezzo di stampa) sul sito:

SCARICA LA RECENSIONE DI ALBERTO G. BIUSO (2019)

 

 

CONVERSAZIONE SUL PROBLEMA DEL MALE (2010)

Una appassionata conversazione (tra me e l'avvocato Giovanni Patti) che, partendo da uno dei problemi che più mette alla prova la fede, il Problema del Male, finisce per abbracciare una porzione molto più` vasta degli eterni dilemmi umani, dal Determinismo delle leggi fisiche al Libero Arbitrio, dalla natura del Sé e della Coscienza fino ad affrontare i temi d

 

 

SUPERORGANISMI - VERSO UNA NUOVA ALLEANZA (2012)

In questo saggio, che riprende e approfondisce i temi trattati nella seconda parte de "La firma della complessità: una passeggiata al margine del caos", viene esaminata più a fondo l'ipotesi che le strutture sociali possano essere considerate come veri e propri organismi viventi emergenti (detti, appunto, "Super-Organismi"), le cui dinamiche spesso trascendono la volontà degli individui che li costituiscono.

 

 

SULLE TRACCE DELLA SCIENZA SACRA (2008)

Breve storia di una ricerca interiore, un tentativo personale di smussare la contrapposizione tra Ragione e Fede

Recensito da Antonio Massara su Ikonovel

Per chi volesse leggere il saggio in formato cartaceo, è possibile acquistarne una copia rilegata in versione libro (a prezzo di stampa) sul sito:

 

 

LIVELLI DI DESCRIZIONE (1997)

Una approfondita riflessione sui molteplici livelli di descrizione dell'Universo.

 

 

TEILHARD DE CHARDIN E LA TERZA CULTURA (2007)

Una rilettura del pensiero e dell'opera del gesuita-paleontologo Teilhard de Chardin alla luce del dialogo tra la cultura umanistica e quella scientifica. E' stato pubblicato anche sul sito della Biblioteca di Ulisse (SISSA)

 

 

DETERMINISMO O LIBERO ARBITRIO? (2012)

Questo breve scritto è una sintesi ragionata di alcuni capitoli del mio più ampio saggio “Tempo, Cosmologia e Libero Arbitrio” (vedi sopra), effettuata a beneficio di coloro i quali siano interessati in particolare all’annoso – ma illusorio – conflitto tra determinismo e libero arbitrio

 

 

IL GIOCO INFINITO (1999)

Una proposta di dialogo tra Scienza e Religione, interpretate come diversi aspetti del Gioco Infinito che la Mente gioca con se stessa...

 

 

FRACTAO - La Nuova Via del Taoismo Frattale (1995)

Qual'è il nesso tra Scienza Occidentale e Filosofia Orientale? Una breve risposta...

 

 

IMMORTALITA' (2000)

Una speculazione filosofica in chiave evoluzionistica sul significato della morte

 

 

IL FLAUTO DIMENTICATO (1989-2000)

Una raccolta di scritti giovanili, in prosa o poesia, a sfondo prevalentemente filosofico ed esistenziale

Per chi volesse leggerlo in formato cartaceo, è possibile acquistarne una copia rilegata in versione libro (a prezzo di stampa) sul sito:

 

IL DONO DELLA LAGUNA (2000)

Esperienza onirica vissuta (o forse soltanto sognata) nella laguna più famosa del mondo (estratto da "Il flauto dimenticato")

 

SPRUZZI D'ACQUA

Una sintetica interpretazione personale dell'esistenza in chiave taoista (estratto da "Il flauto dimenticato")

 

L'INDIFFERENTE

Un breve racconto filosofico sul rapporto tra Dio e l'Uomo(estratto da "Il flauto dimenticato")

 

 

WEDDING AND FUNERALS (1992)

Una brevissima parodia, in lingua inglese, sulla relazione tra matrimoni e funerali

 

 

TUMBOLANDIA (1990)

Un breve monologo sul limbo in cui vivono i personaggi immaginari..